Società ed enti collegati


Iscom E.R.
E.R. Incoming
Iscom Group
Fider
Eburt

Servizi



Buy E.R.
Jobter

I saldi invernali quest’anno inizieranno sabato 30 gennaio 2021

E’ uscito questa mattina il provvedimento della Regione che, accogliendo la richiesta di Federazione Moda Italia e Confcommercio Emilia Romagna, posticipa in via eccezionale l’inizio dei prossimi saldi invernali a sabato 30 gennaio 2021.

L’emergenza COVID-19 sta mettendo a durissima prova la tenuta del sistema del commercio di vicinato ed in particolare l’intera filiera della moda: necessario trovare quindi il modo di rinsaldare il patto che lega il negozio di vicinato ad ogni singolo consumatore, cercando di ampliare il più possibile il periodo in cui sarà possibile garantire le migliori occasioni di acquisto.

Infatti sarà presto adottato dall’ Assemblea Regionale anche il provvedimento che eliminerà le previste limitazioni alle vendite promozionali nel periodo antecedente i saldi, consentendo nei fatti piena libertà al negoziante di attuare le più convenienti politiche di prezzo verso il cliente, naturalmente nel consueto rispetto di ogni norma sanitaria e a tutela dei diritti del consumatore.

“Desideriamo ringraziare la Regione ed in particolare l’Assessore Corsini – commenta Marco Cremonini, Presidente regionale e VicePresidente nazionale di Federazione Moda Italia – per avere garantito il contesto normativo che crediamo possa sostenere e favorire la ripresa di un settore, quello della moda, devastato dall’emergenza COVID. Si potrà quindi, in attesa dei saldi di fine gennaio, fin da subito attivare vendite promozionali per incentivare gli acquisti anche nel periodo natalizio, sperando che al più presto, grazie al comportamento responsabile di tutti, si possa tornare alla tanto auspicata normalità”.

Rimangono in ogni caso di fondamentale importanza i ristori ai negozi del settore moda che, lontani dall’attenzione mediatica e politica di cui godono altri settori economici, stanno pagando più pesantemente di altri l’impatto negativo della pandemia.

 

L’Ufficio Stampa

Bologna, 2 dicembre 2020

  • Comunicato stampa (PDF)