Servizi


Iscom E-Learning
Buy E.R.
Jobter
Moda Trend
Zainetto del Buon Ricordo

Società ed enti collegati


Iscom E.R.
E.R. Incoming
Iscom Group
Cofiter
Eburt

Stop alle liberalizzazioni nel commercio. Confcommercio Regionale: “Bene dialogo e regolamentazione minima”

Il Governo si prepara a rivedere le regole sulle aperture festive dei negozi, liberalizzate totalmente dal decreto Salva Italia a partire dal 2012. In Commissione Attività Produttive è infatti stato definito l’iter per rivedere le liberalizzazioni di Monti sugli orari di apertura degli esercizi commerciali.
“Ridiscutere con atteggiamento non ideologico il ruolo della distribuzione è un primo passo importante e condivisibile. L’obiettivo deve essere quello di evitare gli errori del passato e di valorizzare il nostro modello plurale fatto di piccole, medie e grandi imprese per assicurare il massimo del servizio e della qualità alle famiglie e ai consumatori. Partire, quindi, da una regolamentazione minima e sobria per le chiusure festive attraverso il dialogo con le rappresentanze è una via percorribile e imprescindibile”. Questo il commento di Enrico Postacchini, membro di Giunta di Confcommercio Nazionale Delegato per le Politiche commerciali e Presidente di Confcommercio Emilia Romagna, sulle dichiarazioni del Ministro dello Sviluppo Economico e Vicepremier, Luigi Di  Maio, riguardanti lo stop alle aperture festive.
Rispetto alle proposte avanzate dalle forze politiche, Confcommercio dichiara che “E’ importante che si sia avviato l’esame parlamentare dei disegni di legge in materia di regolazione delle aperture domenicali e festive degli esercizi commerciali e auspica che ci sia una fase di dialogo e di ascolto per affrontare il tema nel merito, evitando gli errori del passato con l’obiettivo di tenere insieme le esigenze di servizio dei consumatori, la libertà delle scelte imprenditoriali e la giusta tutela della qualità di vita di chi opera nel mondo della distribuzione commerciale”.

Bologna, 10 settembre 2018

L’Ufficio stampa