Servizi


Iscom E-Learning
Buy E.R.
Jobter
Moda Trend
Zainetto del Buon Ricordo

Società ed enti collegati


CAT E.R.
Cofiter
Eburt
E.R. Incoming
Iscom E.R.
Iscom Group

L’Emilia Romagna “tesoro da scoprire” per i buyer internazionali presenti oggi al Workshop del Buy Emilia Romagna

Si è svolto oggi a Bologna un Workshop tra 73 buyer di 30 paesi e 70 operatori turistici emiliano romagnoli – L’evento commerciale tappa conclusiva della ventitreesima edizione del Buy Emilia Romagna – Per i tour operator questo territorio, con la ricchezza della sua offerta turistica, è la sintesi del meglio dell’Italian lifestyle

L’Emilia Romagna, importante “porta” per viaggi in Italia, con eccezionali prodotti e brand turistici, è un tesoro tutto da scoprire all’insegna del turismo dell’esperienza.
E’ questa la sintesi del workshop svolto oggi presso Palazzo De’ Toschi di Bologna – storica sede della Banca di Bologna – tra 73 tour operator di 30 paesi e 70 operatori turistici emiliano romagnoli.
L’incontro commerciale è stato il momento clou della ventitreesima edizione del Buy Emilia Romagna, il tradizionale appuntamento per la promo-commercializzazione dell’offerta turistica regionale promosso da Confcommercio Imprese per l’Italia dell’Emilia Romagna in collaborazione con APT Servizi Emilia Romagna.

Erano presenti al workshop – preceduto il 16 e 17 aprile da 10 educational tour alla scoperta delle destinazioni turistiche “Emilia”, “Romagna”, “Bologna Metropolitana” – qualificati buyer esteri, alla ricerca di soggiorni all’insegna del lifestyle italiano.

“L’Emilia Romagna offre il meglio dell’Italia” afferma Angelo D. Scroppo, Presidente del tour operator americano “Hello Italy Tours”. “Questa regione – aggiunge – è davvero una ‘porta’ importante per conoscere l’Italia per la clientela americana, da affiancare al tour classico con tappe a Roma, Firenze e Venezia. Città d’arte, Motor Valley e Food Valley sono i vostri punti di forza, e ben vengano iniziative promozionali come quella fatta dall’Emilia Romagna a New York in febbraio. In questo contesto, l’apertura a Bologna del parco agroalimentare FICO Eataly World è una carta senz’altro da giocare e, per far conoscere questa opportunità, al rientro negli Stati Uniti avvierò un tour di presentazione con agenti di viaggio americani”.

“In Emilia Romagna ho trovato – spiega Pranav Mohindru del tour operator indiano Jumbo Tourism – ottime proposte di visita per tour esperienziali. Siamo specializzati in viaggi per coppie in luna di miele e l’Emilia Romagna, perfetta sintesi dello stile di vita italiano, può offrire esperienze uniche, sicuramente da valorizzare, come ad esempio le cooking class per imparare a cucinare la pasta fatta a mano”.

Positive le valutazioni sull’offerta turistica regionale anche da parte di Aamer Khan del tour operator dell’Arabia Saudita “Atlas Travel”: “Le vostre Città d’arte, unite alla straordinaria Motor Valley, alle opportunità di shopping di lusso e alla vostra ospitalità sono carte vincenti nel nostro mercato”. A sua volta Mikhail Dcosta di Emirates Airlines (la compagnia aerea che garantisce il collegamento giornaliero Dubai-Bologna) suggerisce: “Dovete far conoscere ancora di più la vostra straordinaria offerta nel mondo arabo, a partire dalla Motor Valley, magari con qualcosa di esclusivo per questo tipo di mercato”.

Dalla Russia Andrey Lyapin di “Master-Touroperator” di Mosca sintetizza: “In Emilia Romagna c’è il meglio di tutta l’Italia”. “I voli di linea Aeroflot da Mosca a Bologna presenti, e che saranno potenziati, sono molto importanti per incrementare anche una clientela business interessata ad eventi MICE, meetings, incentive, congress, events, con proposte di soggiorno che uniscono sessioni di lavoro a tour alla scoperta delle bellezze regionali”.

In base ai questionari raccolti dagli organizzatori del workshop tra i buyer presenti emerge che i punti di forza del turismo dell’Emilia Romagna sono un’offerta multifunzionale e la presenza di prodotti unici; che le vendite 2018 del prodotto Emilia Romagna sono in aumento per il 50% dei buyer; che i prodotti che hanno colpito di più sono le Città d’arte, la Motor e Food Valley; che l’Emilia Romagna è associata a buon cibo, arte e storia, sole, mare e divertimento, ospitalità, e ad una destinazione bella dove soggiornare.

“Il turismo, come confermato dal suo crescente peso sul PIL regionale – dichiara Pietro Fantini Direttore Regionale di Confcommercio Emilia Romagna – è una voce importante della nostra economia, e questo evento conferma il nostro impegno a sostegno del settore. Con il Buy Emilia Romagna vogliamo incrementare la quota di turismo internazionale verso la nostra regione, che ha ancora ampie potenzialità di sviluppo”.

“Ancora una volta – afferma la Presidente di APT Servizi Liviana Zanetti – il Workshop del Buy Emilia Romagna si conferma un appuntamento molto importante per la nostra offerta turistica. Come APT stiamo lavorando, a servizio dei territori e degli operatori, per valorizzare le eccellenze della nostra offerta sui mercati esteri”.

A San Petronio serata conclusiva del Buy Emilia Romagna 2018

Questa sera – a conclusione del Buy Emilia Romagna 2018 – i buyer presenti potranno partecipare ad un tour esclusivo dedicato ad arte, cultura e musica nel cuore di Bologna all’interno della Basilica di San Petronio: dalla suggestiva Terrazza panoramica agli Archivi musicali della Basilica, fino alla Sala della Musica, dove si svolgerà un concerto di famose arie di opere liriche italiane.

Dalla prima edizione ad oggi hanno preso parte al Buy Emilia Romagna oltre 3.000 buyer internazionali e più di 2.500 operatori turistici regionali che hanno reso possibile oltre 50.000 incontri d’affari. In questi anni sono stati organizzati, con i buyer presenti nelle diverse edizioni, oltre 250 educational tour che hanno fatto conoscere tutte le eccellenze turistiche emiliano romagnole.